Risalita? Ma cos’è?

Salve,
 dal momento che non ho ben capito cosa sia la risalita umida, spiego il mio problema per capire se Igrodry possa essere la soluzione migliore.
 In casa mia ho una sola parete (perimetrale ed esposta a nord) che presenta macchie umide  tra la parete appunto e il soffitto. Da qualche giorno sono iniziate a fuoriuscire le prime macchie di muffa.
 In corrispondeza delle macchie umide in alto, anche in basso ho qualche macchiolina di muffa.
 La cosa che ho notato è che sia il battiscopa che il pavimento in corrispondenza del battiscopa, lungo tutta la parete affetta dal problema, sono sempre bagnati.
 C’è condensa ovunque, anche sui vetri (doppi con infissi in pvc).
 Il tutto riferito sempre e solo esclusivamente a quella parete.

 Si tratta di risalita umida?? Igrodry può effettivamente risolvere il mio problema???
 Se si, eventualmente, andrebbe applicato direttamente e senza pulire la muffa sulle zone colpite dal problema??

 Grazie mille.

———-

Buongiorno, lei in realtà ha entrambi i problemi, cioè risalita umida proveniente dal basso che risale lungo la muratura portante perimetrale (non lo ha detto ma sicuramente si trova al piano terra) e proliferazione di muffe.

Sono comunque problemi collegati, nel senso che di fronte a forti umidità e con l’aiuto del riscaldamento, si crea una pesante condizione igrometrica (molta umidità nell’aria) che la porta a condensare sui punti più freddi del muro che solitamente sono in alto sul cordolo del solaio, sugli stipiti delle finestre e laddove il muro è meno spesso.

Igrodry risolve entrambe le problematiche pur se va utilizzato in modo diverso.

Per la muffa le basterà rimuovere con una spugnetta umida gli eccessi di muffa (per non cospargela al momento del trattamento ed evitare di respirarne le spore) poi applicare due mani di igrodry a distanza di alcune ore. Il prodotto non macchia né lascia aloni inoltre non odora e non è pericoloso per la salute.

Per il trattamento sul muro umido in basso raccomando di seguire scrupolosamente quanto indicato nel sito alla pagina come si usa ed applicarlo su una zona ridotta e ben definita (io inizierei con 2 o 3 mq) proprio per effettuare i primi test e valutare anche  i consumi generali.

Cordiali saluti

————-

Salve innanzitutto vorrei ringraziarLa per la risposta a dir poco tempestiva.
    Prima di acquistare Igrodray ci terrei peró a chiarire ancora due o tre dubbi .
    In effetti non gliel’ho specificato nella precedente email ma non è come lei dice, la mia casa non si trova al piano terra bensì al primo piano.
    Inoltre, che io sappia, gli inquilini del piano terra non soffrono di problemi di questo tipo.
    Puó dunque ancora trattarsi di umidità di risalita?
    Il mio timore è che si tratti di condensa che si crea perché quella parete perimetrale è davvero troppo sottile, e quindi troppo soggetta alla temperatura fredda esterna (al tatto resta infatti più fredda rispetto alle altre pareti della casa), e attiri quindi verso essa, tutta l’umidità che si crea in casa.
    Avendo utilizzato poi per le pareti una pittura lavabile, e immagino quindi impermeabile, l’aria umida fa ancora più fatica a filtrare attraverso le parati e si crea quindi la condensa (quello che proprio non capisco, comunque, sono il battiscopa e il pavimento bagnato, in un primo piano).
    Ora, il vostro prodotto è in grado di porre rimedio anche a situazioni come queste?
    Saluti

————–

Allora, anche se abbiamo appurato che non si tratta di risalita umida proveniente dal basso, la sola condensa può facilitare la proliferazione di muffe, ma lo stesso problema lo dovrebbe avere anche il suo vicino del piano inferiore ed in maniera più accentuata.

Quello che temo è che siano stati fatti interventi sulla sua abitazione che non sono stati fatti dal suo vicino, tipo nuovi infissi, trattamenti superficiali sulle pareti o nuovi sistemi di riscaldamento. Interventi che hanno ridotto la ventilazione, ridotto la capacità traspirante dei muri o aumentato la temperatura interna (rispettivamente).

Non voglio quindi lodare il prodotto né vantarne capacità miracolose, ma di certo un buon miglioramento sulla traspirazione e sulla capacità assorbente muraria, oltre ad un miglioramento sostanziale della temperatura superficiale muraria potrà sicuramente apportarlo.

Lei comunque dovrà cambiare le sue regole di vita abbassando di molto la temperatura ambientale, ridurre l’umidità dispersa in ambiente e ventilando il più possibile.

In fondo i fattori sono solo due: se dice che il suo muro non apporta umidità dal basso vuol dire che è lei con le sue attività a crearla, tolga quindi le piante, non asciughi i panni in casa, apra le finestre dopo una doccia e durante la cottura dei cibi.

Spero di essere stato chiaro

———–

Perfetto. È proprio di questo che avrei bisogno, qualcosa che vada in qualche modo a migliorare la traspirazione delle pareti nei punti più a rischio.
Grazie mille e complimenti per la competenza in merito all’argomento.
Quanto prima effettuerò l’acquisto di Igrodry, e le saprò dire come si sono evolute poi le cose.

Posted in: Domande degli utenti

Share
Share
CHIUDI
CLOSE