IgroDry un prodotto innovativo

ricerca2Ci hanno abituati a credere che solo i grandi gruppi possono vantare grandi prodotti.
In verità, e la storia ce lo insegna, i prodotti più innovatitivi provengono sempre da piccoli centri di ricerca o da singoli inventori che portano avanti una intuizione a cui credono fermamente.

Partendo da varie ricerche a soluzioni a bassissimo impatto ambientale, non inquinanti ed a minimo spreco energetico, si è arrivati alla meta di una sostanza quasi miracolosa protettiva, traspirante e biorisanante specifica per laterizi e materiali edili.
Si può applicare per spennellatura superficiale o per imbibizione (anche a caldo) e permette di risanare e proteggere una ampia gamma di materiali porosi.

La sostanza è ecologica, biodegradabile, non inquinante e non possiede contenuti nocivi o volatili prevenienti da idrocarburi fossili, sostanze chimiche o siliconi.

E’ un prodotto innovativo spiccatamente biorisanante, protettivo e preventivo specificamente studiato per applicazioni antiumidità, antisali, antimuffe e fungicide scoperto e sviluppato dalle intuizioni di un gruppo di ricerca totalmente italiano e finanziamento esclusivamente da fondi privati.

E’ un prodotto innovativo, sicuro ed inodore che può essere applicato anche nel fai da te o dagli hobbisti. Negli ambienti domestici già abitati non richiede particolare aerazione dopo l’uso perché non genera emissioni pericolose né cattivi odori.

Il trattamento si può assimilare ad una normale verniciatura e si potranno valutare gli effetti risananti fin da subito, già appena dopo la prima asciugatura.

Per informazioni tecniche e commerciali di IgroDry® riferirsi a questa pagina.


Nell’uso di risanamento murario
il prodotto siglato 2301, si infiltra nelle porosità contaminando con la nuova molecola i canali umidi ed i capillari, ne espellere l’acqua superficiale (spesso in forma di bollicine simili ad una effervescenza) e converte i contenuti salini di profondità..
La sua molecola, oltre che un potente antimuffa e fungicida, è un ottimo disattivante salino. L’efficacia è immediata: nelle ore successive all’applicazione, IgroDry provvederà ad espellere (anche in forme di filamenti lanugginosi) i sali inglobati nella muratura (la quantità espulsa varierà a seconda della quantità di prodotto infiltrato e dalla saturazione salina presente).

__________

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda da anni un ambiente sano ed igrometricamente corretto per prevenire malattie, allergie e asma.

Un tasso di umidità corretto è essenziale
L’umido non è altro che la quantità d’acqua presente nell’aria ad una data temperatura. Un livello troppo alto o troppo basso dell’umidità può influire negativamente sull’apparato respiratorio.
All’interno della propria abitazione la temperatura dovrebbe attestarsi intorno ai 20-22° C con un tasso di umidità intorno al 40-60% nell’ipotesi di persone ferme a riposo.
Non è comunque mai consigliabile scendere sotto il 20% di umidità perché l’aria diventerebbe troppo asciutta e causerebbe un’evaporazione eccessivamente intensa delle mucose bronchiali provocando inoltre secchezza nelle vie respiratorie.
La regola migliore rimane sempre quella di arieggiare i locali regolarmente creando frequenti correnti d’aria e risanare i muri umidi che provocano forti scquilibri igrometrici interni.

Dalla tabella che segue è fin troppo facile comprendere quanto sia ristretta la zona di benessere (verde), una zona a cui tutti dovremmo ambire per la nostra salute.

umiditaigro
Anche la struttura deve fare la sua parte

È necessario costruire case secondo le normative igieniche più recenti, ma è importante verificare anche la presenza di infiltrazioni di aria fredda ed il funzionamento dei condizionatori e dei sistemi di riscaldamento.
Per garantire una buona e salutare qualità dell’aria all’interno di uffici e abitazioni, bisognerebbe controllare anche:
– gli elementi di dotazione tecnologica dell’edificio
– i materiali di costruzione
– gli impianti di riscaldamento e di condizionamento
– i mobili e gli arredi in generale
– i rivestimenti di pavimenti, di pareti e soffitti
– i prodotti che si usano per la pulizia
– le modalità di uso degli spazi
– lo stile di vita e di lavoro

Su tutto questo, il 90% dei casi di eccessi umidi ambientali dipendono da risalite umide murarie e da difetti di fabbricazione dell’edificio.
Trovare però i giusti rimedi a questi problemi è piuttosto difficile e costoso con i metodi tradizionali.
Solo un prodotto innovativo come IgroDry, oggi, è in grado di risolvere tali problemi senza interventi invasivi sulle strutture edili.

 

tastoID SchedaID InfoID NotizieID

 

 

 

Le ricerche su IgroDry® sono state prodotte, sviluppate e finanziate da: Centro Ricerche Lomec – Vicenza
Il nome ed il marchio IgroDry® è registrato da Lomec s.r.l. ogni diritto sull’uso ed applicazione è riservato.

Share
Share
CHIUDI
CLOSE