Stavo per acquistare la vernice termica…

Salve,
stavo per acquistare una vernice termica a base di sfere contenenti ceramica quando sono capitato sul vostro sito ed ora ho più dubbi di prima.
In questi giorni dovrebbe venire l’operaio a togliermi la muffa formatasi per l’ennesima volta dalle camere da letto e, dopo aver applicato delle bocchette ai muri esterni, applicare la vernice termica.
I tempi sono stretti in quanto a fine gennaio mi consegneranno la camera nuova.
La muffa si forma solo su due pareti delle camere, fortunatamente il resto della casa non risente del problema.
Come dicevo all’inizio non so cosa fare per questo vi allego alcune foto ed attendo un vostro parere.
Grazie.

LucianoMuffe

—————-

Buongiorno signor L. fa bene ad avere dubbi perché le pitture termiche sono una mezza soluzione.

Mi spiego meglio, per risanare la casa dalle muffe non basta ridurre i ponti termici, ma bisogna risanare il muro e riportarlo ad una traspirazione ideale.
Applicando una vernice termica si va, di fatto, a diminuire la traspirazione muraria e non si ottiene quell’isolamento importante che servirebbe per evitare la condensa. In pratica si va a fare un peggioramento all’alloggio.

Ora io, benché la ringrazio per l’interessamento, le garantisco che non le rispondo allo scopo di venderle il prodotto, ma solo per fare chiarezza su una bolgia di informazioni dove ogni azienda oggi dice poche verità.

Da parte nostra, con igrodry, sappiamo di avere in mano uno dei migliori prodotti oggi sul mercato, un prodotto che è molto efficace sia per risanare dall’umidità di risalita che dalle muffe, ma sappiamo anche che è piuttosto costoso e non tutti i clienti son disposti a spenderci se non ne sono veramente bisognosi e se prima non hanno fatti una lunga serie di errori (spendendo anche cifre astronomiche).

Dalle sue foto vedo che il suo problema è ormai importante, la muffa sicuramente è presente da diversi anni e finora è stata certamente risolta con prodotti antimuffa a base di cloro (varecchina).

Ora questi trattamenti, benché sembrino inizialmente risolutivi, sono deleteri per molti fattori; primo tra tutti è l’aggiunta di ioni di sale sulla muratura che contribuisce ad aumentare la ritenzione idrica (la varecchina si ottiene con l’elettrolisi del sale marino diluito in acqua), secondo fattore è che il cloro è solamente sbiancante e il fungo della muffa non viene eliminato ma solo decolorato e questo rimane vivo e vegeto, libero di riprodursi su quel terreno fertilizzato dal trattamento col cloro e con le nuove pitture organiche applicate per risanare (si fa per dire) la parete.

Lei mi scrive che ha intenzione di mettere dei ventilatori che io le sconsiglio sia per l’inefficacia quasi totale, che per il notevole peggioramento termico che riscontrerà con la foratura delle pareti.

L’approccio che usa igrodry è totalmente differente; il prodotto serve per risanare la parete desalinizzando e riaprendo le pososità naturali e questo apporta due grandi vantaggi:
– ripristino della traspirazione naturale che permette un cambio d’aria più naturale
– annullamento della ritenzione idrica superficiale che non fa più attecchire le spore e fa morire il fungo della muffa semplicemente essiccandolo.

Niente veleni quindi, nessuna sostanza irritante e tossica ed un ritorno alle funzionalità naturali delle murature.

Spero di essere stato chiaro, eventualmente mi ricontatti.

Saluti e buone festività

 

Posted in: Domande degli utenti

Share
Share