Molte cure ma pochi risultati

Facendo seguito alla conversazione telefonica avuta alcuni giorni  le invio le foto relative al problema di umidità in appartamento di mia proprietà, situato in un contesto tra campagna e città.

Preciso che si tratta di una costruzione indipendente, a pian terreno, ricavata alla fine degli anni 90 dal cambio di destinazione d’uso di un magazzino, una sorta di parallelepipedo rettangolare con copertura a lastrico solare (recentemente impermeabilizzato e pavimentato) , e  diviso a metà per ottenere due distinti appartamenti. I problemi di umidità e condensa si verificano solo in uno dei due appartamenti.

Per la precisione, come si osserva dalla planimetria, l’appartamento in questione presenta muri liberi su tre lati ampiamente soleggiati tranne il lato nord. L’ingresso che dà sulla cucina soggiorno è una porta finestra.

Lungo la parete della cucina esposta a nord e quella della camera esposta ad ovest quattro anni fa è stata creata una intercapedine per tentare di contrastare la condensa che si formava dietro gli armadi e sugli angoli superiori.
E’ stato inoltre rifatto l’intonaco dei muri interni che alla base presentavano problemi di umidità.

Situazione attuale:

Riapparse macchie di condensa  e muffa sugli angoli alti e sul soffitto della camera, dove si presentano con andamento a strisce, corrispondenti evidentemente a sottostanti travature in ferro.

Lungo i soli muri interni, di separazione tra il bagno e la camera, dalla parte della camera, e tra il bagno e la cucina, e nell’angolo tra  la camera e la cucina, dalla parte della cucina,
umidità, efflorescenze e scrostature dei muri per un’altezza variabile a seconda dei punti fino  a 50 cm.

Nessun segno di umidità lungo i muri perimetrali, né all’interno né all’esterno dove i muri sono circondati da marciapiedi per tutta la lunghezza.

L’appartamento è affittato  a una coppia giovane che mi dice di arieggiare spesso e del resto anche con gli altri inquilini la situazione si è puntualmente ripresentata.

Le chiedo se il prodotto Igrodry può essere onestamente in grado di risolvere a lungo termine il problema di cui peraltro non riesco a capire la causa ( Umidità di risalita? Ma è possibile che riguardi solo i tramezzi interni? Condensa? Ma dovuta a cosa? ).

Il flacone di prova può essere applicato solo su un tratto del muro per poterne verificare l’efficacia? E quanto tempo bisognerebbe aspettare perché l’effetto si renda evidente?

Rimango a disposizione per ogni ulteriore chiarimento, ringraziandola anticipatamente.

FotoGloria

——————-

Cara signora le sue foto evidenziano una importante risalita umida proveniente dal terreno. Le muffe in alto sono la logica conseguenza di uno stato ambientale molto umido e malato.

Escludendo il fatto che in queste condizioni potrebbe avere conseguenze legali (da parte degli inquilini che vi risiedono), le condizioni di vita di questo immobile non possono essere salubri perché anche riscaldando molto l’ambiente, la muratura tende continuamente a saturare l’aria di umidità di conseguenza questa si deposita sui punti più freddi e vi condenza facendo proliferare muffe e funghi.

Il nostro prodotto risolve proprio questo genere di problemi, va applicato in più mani consecuitive caldo e in abbondanza sulle pareti ammalorate poi attendere la prima parziale asciugatura (dovrebbe seguire una importante fuoriuscita di salnitri)  dopo 24 48 ore rifare la stessa applicazione ed attendere qualche giorno, (si dovrebbe notare  quasi subito una asciugatura parziale del muro che inizia dall’alto verso il basso) riapplicando per una terza volta dovrebbe poter completare l’opera. Tenga conto però che il prodotto non va risparmiato bisogna darlo e farlo ben penetrare nel muro per ottenere dei buoni risultati.

Nel suo caso io inizierei su una parte di muro che vedo in foto … per la prova tratterei al massimo 2 mq e valuterei i risultati che si ottengono. Prima di applicarlo però dovrebbe distaccare e far cadere con un martelletto tutte quelle parti di intonaco che si sono già rigonfiate e non sono più solidali col muro.

Secondo me con una spesa modica riuscirà a risanare il suo appartamento, ed offrirà ai suoi inquilini una qualità ambientale di molto migliorata.

 

Posted in: Domande degli utenti

Share
Share