Quali sono i danni più evidenti dell’umidità in un ambiente?

 

I danni sono enormi e tendono a degenerare gradualmente e costantemente col passare del tempo.
– l’ambiente rimane costantemente polveroso a causa di spore di muffe e fungi distaccati oltre ai salnitri  che vengono espulsi dagli intonaci
– vistose macchie ed aloni di umidità si riscontrano sullo zoccolo e le parti basse delle murature rigonfiate per la pressione dei salnitri
– alta presenza di muffe di colore scuro quasi ovunque sul soffitto che rendono l’ambiente  malsano e vistosamente degradato
– intonaci sfaldati e cadenti, colori scrostati ed efflorescenze saline in quasi tutta la totalità delle murature perimetrali
– bagni e cucine tendenzialmente più umide per i vapori delle attività umane, tendono a peggiorare di molto il problema del degrado già in atto
– mobili e strutture in legno macchiate, degradate e rovinate, molto spesso anche ammuffite e sfaldate
– eccesso di spore fungine e muffe vaganti per l’ambiente si depositano ovunque e accelerano il processo di degrado anche dei cibi.
– alto livello di inquinanti ed allergeni nell’aria debilitano l’organismo e attivano spesso gravi stati di raffreddori ed allergie
– l’ambiente troppo umido (con alti contenuti di acqua in sospensione) rendono l’ambiente molto freddo, difficilmente riscaldabile con notevoli sprechi in danaro per i costi energetici
– processi artificiali di asciugatura come la deumidificazione o l’arieggiamento costante, benché risolutivi solo temporaneamente, non prevengono comunque il degrado delle murature, ma anzi ne aumentano il trasporto salino ed i danni conseguenti.

Posted in: Domande Frequenti

Share
Share
CHIUDI
CLOSE