Acciaio

Lega di ferro e carbonio prodotta allo stato fuso, con tenore di carbonio inferiore a 1,7 %, che può essere fucinata sia a caldo sia a freddo. Gli acciai vengono raggruppati in due categorie: acciai al carbonio e acciai speciali. I primi con percentuali di silicio e manganese, si distinguono in extra-dolci (usati per ingranaggi, perni, ecc.), dolci (bulloneria, lamiera, ecc.), semiduri (barre per c. a., rotaie, ecc.), duri (canne per fucili, scalpelli, ecc.), extra-duri (strumenti agricoli, utensili vari, ecc.). Gli acciai speciali o acciai legati contengono oltre al ferro e al carbonio altri elementi chimici (nichel, cromo, vanadio, ecc.) che ne migliorano le prestazioni meccaniche e tecnologiche. Fra questi: gli acciai da costruzione; acciaio armonico usato per la realizzazione dei trefoli nelle strutture in cemento armato precompresso, e acciaio inossidabile nella cui lega è presente un’elevata percentuale di cromo, che lo rende particolarmente resistente alla corrosione e/o all’ossidazione.

Share
Download Tooltip Pro
Share
CHIUDI
CLOSE